Post

Visualizzazione dei post da 2014

studi in seppia

Immagine

Suggestioni dalla Palude Pontina

Immagine
Suggestioni dalla palude Pontina - Sketchbook  2014 acquerello e matita su carta indiana fatta a mano 26x28 cm Lungo il monte si stende una palude, appesta quanto è stato conquistato; bonificare il putrido acquitrino sarebbe l'ultima, la più alta conquista. Aprirò spazi dove milioni di uomini vivranno non sicuri, ma liberi ed attivi. Verdi, fertili i campi; uomini e greggi subito a loro agio sulla terra nuovissima, al riparo dell'argine possente innalzato da un popolo ardito e laborioso. Qui all'interno un paradiso in terra, laggiù infurino pure i flutti fino all'orlo; se fanno breccia a irrompere violenti, corre a chiuderla un impeto comune.  Sì, mi sono votato a questa idea, la conclusione della saggezza è questa: merita libertà e la vita solo chi ogni giorno le deve conquistare. Così vivranno, avvolti dal pericolo, magnanimi il fanciullo, l'uomo e il vecchio. Vorrei vedere un simile fervore, stare su suolo libero con un libero popolo. All'

Rispolverando vecchie cartelle...

Immagine
Solitude, acquerello su carta - 2012 "Soffia il vento :  si tengono forte i boccioli di pruno ." Uejima Onitsura   (1661-1738)

Piove a settembre - Racconto breve 2014

Immagine
Colonna sonora consigliata per la lettura:  The Clientele (I Can't Seem To)Make You Mine Sembrerebbe una mattina come tutte le altre, lo stesso rumore di finestre che si aprono, lo stesso strusciar via dalle lenzuola. Ti strofini gli occhi e ti accorgi di sentirti ancora per metà intrappolato in quell’ultimo sogno. Il primo piede a toccare terra è quello sinistro e ti chiedi, sarà quello giusto? Le gambe ancora intorpidite ti portano fuori dalla camera da letto, un passo dietro l’altro. Senza quasi accorgertene ti trovi in cucina a cercare la caffettiera tra i piatti sporchi della sera prima. Prepari il tutto con estrema cura perché sai che la tua giornata potrebbe dipendere da  quell'unico  momento. Il profumo del caffè gorgogliante che inizia ad uscire ti risveglia... che peccato! Proprio quando ti eri illuso di aver ripreso il filo di quel bellissimo sogno! Porti la tazzina alla bocca e, prima che il calore arrivi alle labbra, senti al naso  quell'a

Echi e risonanze

Immagine
Osservo piccoli fiori che oscillano piano e, come minuscole campanelle, sembrano rispondere al suono del vento tra i rami e le foglie. Il verde acido, i bianchi e i rossi risuonano nell'azzurro biancastro di primo mattino. Così piccoli, così forti, così sensibili...così vicini alla condizione umana di fragilità e di attesa.  Mi viene in mente ciò che Kandiskij,  sul testo "Lo spirituale dell'arte",  afferma in tema di eco e risonanza dei colori . Riguardo gli uomini che possiedono una profonda sensibilità, egli scrive che sono come ottimi violini antichi, vibrano in tutte le fibre al minimo contatto con l'archetto. Ed io non posso che immaginarci come questi piccoli fiori, attaccati con tutte le nostre forze ai rami della nostra vita, in attesa della prossima folata di vento, con una sensazione di paura mista a speranza che qualcosa possa prima o poi staccarci da una condizione di staticità e portarci via. 

Resto immobile eppure sono lì...

Immagine
Il Promontorio del Circeo

Riflessioni delle 00:21 del 27 Febbraio 2014

Immagine
Una farfalla che non può volare è comunque una farfalla?

Quando tutto appare immobile

Immagine
L'aria sembrerebbe immobile, ferma, i suoni ovattati.  I graffi sulle cortecce degli alberi sono profondi e aprono ferite. Il paesaggio è come congelato in una bolla di nebbia, silenzio e freddo.  Non una parola, nessun rumore.  Viene sera.

Coming soon...

Immagine