Sigarette e caffè nero (2013)




Una mattinata come tante al bar, l’occhio si sofferma su una donna sola che gusta lentamente il suo caffè. L'ho trovata bellissima, raccolta in quella riservata semplicità, con il cappotto tenuto in grembo e i capelli arruffati, raccolti morbidamenteL'aria mattutina, in questi giorni, è di un azzurro tenue. Mi ricorda il nevischio invernale, ma il mio non può che essere solo un nostalgico ricordo di tempi lontani, qui a Latina la neve non arriva e, se lo fa, non ci resta a lungo. Alcune sensazioni sono proprio come la neve da queste parti: per un secondo ti senti altrove, puoi ascoltare quel suono, puoi avvertire quei profumi, puoi perfino tornare indietro di qualche anno, tutto sembrerebbe durare tantissimo, ma in realtà è solo un breve attimo che continua a sfuggirci. Dove siamo stati per quell'istante? Eravamo davvero qui ed ora, oppure vagavamo in altri luoghi e in un altro tempo? Delle volte basta un colore o un profumo perché s'inneschi la magia. Nel mio caso è bastato osservare questa donna assorta nei suoi pensieri, forse mi è bastato il profumo di quel caffè o magari l'aria invernale... e ad un tratto non ero più qui. Sono nati così i disegni presentati nel 2013 nella raccolta "cigarettes et cafè noir".















Post più popolari