Post

Visualizzazione dei post da Settembre, 2020

Le idrovore di Mazzocchio

Immagine
   Oggi ho fatto una passeggiata in macchina lungo le migliare, sono arrivata fino a Mazzocchio. Come sospesa tra l'acqua e il cielo, tra i riflessi della vegetazione che la circonda e dietro il profilo dei monti lepini, la grande costruzione che contiene le idrovore. Da qui sembra una villa d'altri tempi, una casa sospesa nel tempo, con i suoi vuoti all'interno in cui riecheggiano antiche conversazioni. Sembra attendere che qualcuno ritorni ad abitare nelle sue stanze. A interrompere le mie fantasie, un grosso cane nero. Un randagio. Esce bagnato e sporco di fango dal canale, ha in bocca la sua preda: una nutria.  Rifaccio il giro con la macchina e imbocco per Via degli Scapizzi. Ritorno verso casa con questa immagine: non so se riuscirà a diventare un quadro, ma la mia fantasia ha già iniziato a giocare con luci ed ombre, a mischiare colori ad olio sulla tavolozza e a giocare con il pennello, ancor prima di poter fermare i miei pensieri sulla tela